Dermatite da sudore

Pelle arrossata, prurito intenso e, nelle forme più gravi, piccole vesciche, che compaiono nelle zone del corpo in cui si suda di più, come l’incavo delle ascelle, la schiena, l’addome, il torace e l’inguine: si tratta della dermatite da sudore, un’infiammazione cutanea il cui agente irritante specifico, come si intuisce dal nome stesso, è il sudore. Non a caso, questo tipo di dermatite è più frequente d’estate, quando si suda di più.

Vuoi sapere come e perché questo fastidioso inconveniente ti ha colpito e capire quali sono i rimedi migliori? Allora dobbiamo considerare tutte le cause che contribuiscono ad aumentare la tua sudorazione: l’estate è, infatti, il periodo più caldo dell’anno ma anche la stagione in cui preferisci stare all’aperto, per un weekend al mare, per una vacanza o anche solo per passare la pausa pranzo all’aperto continue. La dermatite da sudore è un fenomeno più frequente nei soggetti che hanno una pelle delicata, la sudorazione tuttavia può considerarsi anche una reazione di carattere soggettivo, in alcuni soggetti è maggiore, in altri minore, inoltre può essere prevenuta con una serie di accorgimenti che vanno dalle abitudini alimentari all’abbigliamento. Vediamo, allora, quali sono le sue cause e come puoi contrastarla.

Dermatite da sudore: che cos’è e chi colpisce

Tra le più diffuse irritazioni della pelle, la dermatite è una reazione infiammatoria che si manifesta con un’irritazione; più frequente nelle persone di carnagione chiara e dalla pelle più delicata, può avere differenti cause: può essere provocata da detersivi, da creme e unguenti che contengono sostanze alle quali la pelle risponde con una reazione di ipersensibilizzazione, può essere causata da virus, batteri o funghi, può essere determinata da parassiti della pelle, può essere una reazione allergica (dermatite atopica o neurodermite) oppure il frutto di una risposta autoimmunitaria (psoriasi).
La dermatite da sudore rientra (insieme a quelle provocate da ustioni o da contatto) nelle dermatiti che hanno origini fisiche: chiamata anche miliaria o sudamina, ha luogo per un’eccessiva sudorazione di alcune parti del corpo e, come è facile intuire, si presenta in genere d’estate.
Le casistiche di questa patologia sono varie, come differenti sono i soggetti che vengono colpiti da essa: può trattarsi, come già detto, di persone dalla pelle sensibile, in molti casi sono colpiti i bambini e le persone in sovrappeso, nonché gli obesi e i grandi obesi. Più spesso i soggetti che soffrono da dermatite da sudore sono uomini, specie se grassi o con difficoltà motorie (soggetti costretti a letto per degenze prolungate o soggetti non deambulanti che si spostano sulla sedia a rotelle).
Altre cause che determinano questa patologia sono quelle ambientali: ne soffrono, infatti, persone che lavorano in ambienti molto caldi (come, ad esempio, i forni, le pasticcerie. le cucine dei ristoranti o anche le acciaierie) o in ambienti particolarmente umidi, dove, in entrambi i casi, la sudorazione viene favorita.

dermatite da sudore

Dermatite da sudore: sintomi e trattamento

Alla base della dermatite da sudore vi è in realtà un principio estremamente semplice: l’eccessiva sudorazione ostruisce i condotti sudorali che, in tal modo, non potendo secernere il sudore, vanno incontro a rottura, provocando la fuoriuscita del sudore a livello sottocutaneo. Ciò da luogo, nella maggior parte dei casi, al rigonfiamento dei pori, a un arrossamento che si manifesta con delle chiazze rossastre e, nei casi più acuti, alla formazione di bolle o vescicole di piccole dimensioni. Tutti questi sintomi risultano sempre più evidenti o aggravati nei casi di cute particolarmente sensibile o in un clima caldo-umido.
Ciascuno dei sintomi elencati sopra è accompagnato da un prurito costante e persistente che, in genere, interessa le zone più ricche di ghiandole sudoripare, dove la dermatite da sudore può comparire più facilmente: ascelle, zona inguinale, incavi delle braccia e delle ginocchia, addome, petto e area lombare della schiena.
Se compaiono anche bolle o vescicole aspetta che si riassorbano spontaneamente, evitando di esporre l’area interessata a sforzi o urti; è importante anche evitare di bucarle: in questo modo esporresti solo una parte del tuo corpo al pericolo di infezioni maggiori.

dermatite da sudore

I consigli del farmacista per la dermatite da sudore

Cerca subito di capire quanto è grave la dermatite da sudore che ti ha colpito: se sono comparse bollicine e vescicole, ad esempio, è importante consultare un dermatologo per una visita, evitando di peggiorare la situazione. Anche se la dermatite persiste è opportuno chiedere il consulto di un medico specialista: questa infiammazione, infatti, potrebbe essere provocata da cause differenti.
Se frequentemente non servono terapie specifiche e si ricorre a delle comuni paste o pomate lenitive a base di ossido di zinco, in altri casi potrebbe essere necessario ricorrere a delle creme cortisoniche mentre, se la dermatite da sudore è provocata da funghi o batteri, la soluzione più adatta potrebbe essere una crema antimicotica o antibiotica.
In ciascuno di questi casi uno dei primi problemi da affrontare è l’arrossamento, il bruciore, l’infiammazione. A prescindere dalla specifica causa, potrai, quindi utilizzare prodotti come il nostro Lesoderm Sport, per lenire l’arrossamento e donare alla pelle un rapido sollievo: questi cerotti spray oltre a creare una microbarriera protettiva che protegge il tessuto irritato dall’azione di agenti esterni e limita il prurito, donano sollievo ai tessuti irritati, attenuano arrossamenti e infiammazioni e favoriscono i processi ricostitutivi dei tessuti.
Come vedremo tra poco, oltre ai cerotti spray, anche i rimedi naturali possono essere efficaci per la dermatite da sudore: nelle sue forme più lievi puoi decongestionare i tessuti arrossati con degli impacchi di camomilla o con dei bagni a base di amido di riso che aiutano a lenire i sintomi.

Accorgimenti, rimedi naturali e stile di vita

dermatite da sudore

La predisposizione di alcuni soggetti può giocare un ruolo fondamentale nella dermatite da sudore tuttavia ci sono molti accorgimenti che puoi mettere in atto per prevenire e attenuare questo fastidioso problema che può davvero rendere insopportabili le impegnative giornate estive passate tra lavoro, mezzi pubblici e traffico.
Soprattutto durante la bella stagione ricordati di indossare abiti dai colori caldi e chiari (privilegia il bianco, il giallo, il panna, i grigi chiari) ed evita i colori scuri, mentre questi ultimi attirano il calore e i raggi solari quelli bianchi lo respingono. Altrettanto importante, per prevenire la dermatite da sudore, è indossare degli abiti comodi che facilitino i tuoi movimenti e non costringano il tuo corpo a fare sforzi inutili.
Altro accorgimento è quello di privilegiare i tessuti naturali, come il cotone, la seta o il lino, ed evitare i tessuti sintetici che non consentono la traspirazione, quindi, niente paura, niente jeans o abiti scuri, meglio un pantalone di cotone, dal tessuto leggero, una camicia di lino o una maglietta bianca. Da evitare anche le fibre elastiche che, seppure comode, possono aumentare il prurito e farti sfregare alcune parti del tuo corpo più facilmente, facilitandone l’irritazione.
Vuoi evitare una dermatite da sudore? Ricordati di voler bene alla tua pelle, evita di stressarla inutilmente: lavati spesso con abbondante acqua anche fredda (che oltre ad essere un piacere d’estate favorisce anche il corretto funzionamento dell’apparato circolatorio), evita di sfregare inutilmente il tuo corpo con asciugami troppo pesanti (anche in questo caso sarebbero da preferire quelli in tessuti leggeri e naturali), non indossare abiti bagnati per un arco di tempo prolungato, cerca di mantenere la tua pelle asciutta e rinuncia al trucco troppo pesante.
Certo, stai pensando che un bel bagno d’estate sia comunque la migliore soluzione al caldo: anche in questo caso, però, dai la precedenza alle soluzioni naturali: meglio un bagno in acqua dolce (laghi o fiumi) o anche al mare, piuttosto che la piscina: anche il cloro, purtroppo, sottopone la tua pelle a uno stress che puoi facilmente evitare.
Ti stai chiedendo anche cosa mangiare e cosa lasciare nel frigorifero? Ti consigliamo di bere molta acqua, almeno due litri al giorno, e di inserire nella tua dieta centrifughe di verdure e frullati di frutta fresca: fanne uno ogni giorno, sono ottimi per iniziare al meglio la giornata, per spezzare la tua mattinata o per una merenda pomeridiana. Vietati, invece, fritti, alimenti grassi, piatti speziati, piccanti o eccessivamente salati e più in generale tutti quegli alimenti, come anche le bevande alcoliche, che aumentano la ritenzione idrica.
Se l’irritazione è già comparsa, invece, puoi comunque tenere a mente tutte quelle soluzioni che ti consentono di circoscrivere il problema. Hai un irresistibile desiderio di grattarti? Bene, non farlo! È difficile non cedere al prurito ma se lo farai peggiorerai solo la tua situazione.
Se una dermatite da sudore ha già colpito una parte del tuo corpo dovrai pensare anche a qualche passatempo alternativo rispetto alla spiaggia: lo so che non vedi l’ora di andarti a sdraiare sotto il sole ma anche in questo caso, invece, che alleviare il tuo problema non faresti altro che aggravarlo.
Evita di esporti ai raggi solari, cerca l’ombra, magari in un posto arieggiato, ed evita il contatto diretto con la sabbia. È più facile di quanto sembri in realtà: un parco pubblico, in questi casi rappresenta un ottimo compromesso.
Per la tua pelle usa prodotti delicati a pH neutro e non aggressivi, se la dermatite da sudore ha irritato le tue mani usa un paio di guanti quando devi lavare piatti, pavimenti o la biancheria ed evita il talco: potrebbe anche rinfrescarti ma in realtà, come i cosmetici, le creme per il corpo e i deodoranti, favorisce l’ostruzione dei pori e, quindi, rende l’irritazione più fastidiosa e difficile da curare.
Come già detto sopra, infine, fai attenzione a non bucare bolle o vescicole e aspetta che si assorbano spontaneamente.

Dermatite da sudore ultima modifica: 2018-02-19T05:09:00+01:00 da Simone Casavecchia
In breve
Dermatite da sudore
Titolo
Dermatite da sudore
Riepilogo
La dermatite da sudore è una fastidiosa irritazione della pelle che in estate colpisce bambini, obesi e soggetti dalla pelle sensibile: ecco cosa fare.
Autore
Azienda
LNAge
Logo dell'azienda

One comment

  1. Marianna ha detto:

    Attenzione ai tessuti sintetici come il nylon, il perlon e la lycra: se la maglietta è di bassa qualità sono quelli che provocano più facilmente la dermatite da sudore. Spesso le dermatiti allergiche sono provocate dal nichel presente nei bottoni e nelle cerniere

Leave a Reply