Ernia del disco e trattamento all’ozono per le infiammazioni: un caso clinico

In questo articolo scientifico dal titolo A case of Inflammatory Reduction with Ozone Treatment of Disc Herniation and Histological Changes, pubblicato sulla rivista Anatomy & Physiology in data 29 Aprile 2016, gli autori Dario Apuzzo (Centro di Recupero e riabilitazione funzionale Salute OK, Roma, Italia), Paolo Ferrazza, Marchilia Piscitelli e Ergena Melengu (Dipartimento di Ricerca Clinica, Unità di Ricerca Clinica, CRO LNAge, Roma, Italia), ci illustrano un caso di riduzione dell’infiammazione da ernia del disco attraverso il trattamento all’ozono.

ernia disco trattamento ozono

Il disco intervertebrale è un sistema idrodinamico deputato all’assorbimento dello shock e composto anatomicamente da tre parti, l’anello fibroso, il nucleo polposo e la cartilagine articolare. Le prime due zone consentono al disco di funzionare come ammortizzatore e di resistere alle forze di trazione e torsione. A tale scopo, il nucleo polposo, incluso nell’annulus fibrosus, consiste in un’alta concentrazione di acqua, proteoglicani e collagene.

La migrazione del nucleo polposo attraverso le fibre dell’annulus e la sua eventuale migrazione all’esterno, causa ernia del disco e comporta una compressione meccanica delle strutture neurali. Una reazione infiammatoria con rilascio di vari fattori biochimici (prostaglandine, leucotrieni, ecc.) dovrebbe essere associata a questa patologia.
Lo spostamento del materiale del disco può avvenire al centro o, più comunemente, lateralmente. L’ernia del disco laterale è una causa comune di sciatica con dolore alle gambe (radicolopatia lombare). L’ernia del disco lombare si localizza più comunemente tra la quarta e la quinta vertebra lombare e tra la quinta vertebra lombare e la prima vertebra sacrale. Questi livelli sono anche chiamati L4/L5 e L5/S1 e costituiscono oltre il 90% dei casi di ernia del disco lombare.
Molti studi hanno suggerito la possibilità che il dolore sia principalmente dovuto a una reazione infiammatoria per estrusione del nucleo polposo e non per compressione meccanica sul nervo. L’ozono ha sia la capacità di agire sulla trasformazione del nucleo erniato e di bloccare i fattori pro-infiammatori.

Infiammazioni da ernia al disco e trattamento all’ozono: le conclusioni del case study

trattamento all'ozono per infiammazioni ernia discoIl disco intervertebrale supporta i movimenti e gli impatti del corpo e lo spostamento del materiale del disco provoca una reazione infiammatoria.
Il materiale del disco erniato comporta una compressione meccanica delle strutture neurali che inducono deficit motori.
Attraverso lo studio di un caso, gli autori del saggio rilevano come l’ossigenoterapia riduca la produzione di sostanze proinfiammatorie dall’ernia, responsabile dei sintomi dolorosi e dei movimenti limitati del corpo.

Consulta e scarica la versione integrale dell’articolo scientifico in lingua inglese (in formato PDF).

Ernia del disco e trattamento all’ozono per le infiammazioni: un caso clinico ultima modifica: 2018-05-18T05:06:11+01:00 da Paolo Ferrazza
In breve
Ernia del disco: il trattamento all'ozono riduce le infiammazioni
Titolo
Ernia del disco: il trattamento all'ozono riduce le infiammazioni
Riepilogo
Lo studio di un caso di riduzione dell'infiammazione di ernia del disco mediante trattamento all'azoto, dimostra che l'infiammazione stessa è causata più verosimilmente dall'estrusione del nucleo polposo e non dalla compressione meccanica del nervo.
Autore
Azienda
LNAge
Logo dell'azienda

Leave a Reply