Neuroscienze e Neurologia

LNAge ha una vasta esperienza nella conduzione di progetti di ricerca clinica nell’ambito delle neuroscienze, della neurologia, della psichiatria, della neuroradiologia e della neurochirurgia.
Le attività di ricerca e di sperimentazione su dispositivi medici e protocolli terapeutici, in queste specialità mediche, sono state condotte sia per studi avviati su iniziativa dell’azienda sia per studi commissionati da sponsor e partner esterni, con i quali LNAge intrattiene da anni rapporti consolidati di collaborazione.

Nel corso delle sue attività di ricerca la nostra azienda ha condotto studi clinici per le seguenti patologie, afferenti all’ambito delle neuroscienze e della neurologia:

  • Demenza di Alzheimer (DA);
  • Depressione e sindromi ossessivo compulsive;
  • Emicrania e cefalee;
  • Sclerosi Multipla (SM);
  • Morbo di Parkinson (MP);
  • Ictus;
  • Epilessia;
  • Procedure e devices neurochirurgici;

Neuroscienze e neurologia: gli studi svolti e la loro finalità

Alcuni dei piani di ricerca predisposti e realizzati da LNAge nei settori delle neuroscienze e della neurologia si sono posti l’obiettivo di sviluppare nuovi outcomes clinici. L’outcomes clinico (o end point) può essere considerato una misura di esito, ovvero uno dei parametri che (insieme al numero di pazienti da trattare per ottenere un beneficio; al numero di pazienti da trattare per osservare un effetto avverso e alla precisione dei risultati) consente di misurare la rilevanza di un Trial clinico (RCT).
Nella ricerca clinica si distinguono differenti categorie di outcomes (clinici, economici e umanistici) che vengono sempre, in qualche modo, modificati dall’intervento sanitario (sia esso un intervento di tipo preventivo, diagnostico, terapeutico, riabilitativo o palliativo) sperimentato in un Trial clinico. Nel Trial clinico e nel processo che va a determinare la sua rilevanza i ricercatori sono chiamati a definire un outcome primario e uno o più outcome secondari: l’outcome primario è quello utilizzato per stimare una dimensione del campione analizzato, anche se non necessariamente è quello più rilevante.
Sono inclusi tra gli outcomes clinicamente rilevanti la mortalità e gli eventi clinici morbosi che possono essere rilevati nel decorso di una malattia. Tra gli outcomes surrogati (che possono comunque essere considerati outcomes rilevanti) vanno annoverate le variabili anatomico-fisiologico-metaboliche misurate con test di laboratorio e con altri test strumentali.
Negli ambiti della neurologia e delle neuroscienze e, più specificamente, nelle patologie del Sistema Nervoso Centrale (SNC), LNAge ha sviluppato nuovi outcomes per misurare:

  • la progressione di singole malattie;
  • l’impatto dei farmaci in determinate patologie;

Sempre in indagini relative alle patologie del sistema nervoso centrale sono stati svolti studi clinici con farmaco (dalla fase II alla fase IV).
Altra attività sul quale sono stati impegnati i ricercatori della nostra azienda è la rewiew sistematica dei parametri di sensibilità e specificità delle diverse scale in uso. In questo specifico ambito gli sforzi dei nostri professionisti sono stati indirizzati sulla:

  • validazione di scale utilizzate per i test del dolore e per i test relativi alla valutazione della qualità della vita;
  • validazione, a livello nazionale, di test precedentemente svolti all’estero da altre CRO e da altre strutture che svolgono la loro attività di ricerca in ambito sanitario, farmaceutico e biomedicale;

Altre indagini realizzate nell’ambito delle neuroscienze hanno articolato dei confronti tra le diverse modalità di somministrazione e le diverse posologie utilizzate per uno stesso prodotto. Più in generale, in questo ambito, sono stati studiati i mutamenti determinati da variazioni introdotte in specifiche terapie.

Per quanto riguarda i dispositivi medici di natura meccanica, utilizzati per il trattamento di patologie neurologiche, sono stati studiati gli effetti delle procedure messe in atto, nell’utilizzo di nuovi devices technologici. Per quanto riguarda la radiografia agli occhi, sono stati, ad esempio, indagati gli effetti che questa nuova modalità di indagine avrebbe potuto avere sia sui pazienti sottoposti al trattamento, sia sulle patologie per le quali veniva utilizzata.

Infine, sono state predisposte scale di misurazione neurologiche, su apposite piattaforme web, per misurare e monitorare nel tempo sintomi neurologici come la fatica, l’ansia, la depressione,

Tipologie di studi clinici per le neuroscienze e la neurologia

Nelle attività di ricerca svolte in conto proprio o per sponsor terzi, LNAge ha progettato e realizzato differenti tipologie di studi clinici nell’ambito delle neuroscienze e della neurologia.
Una prima distinzione necessaria per comprendere meglio l’attività scientifica di LNAge in queste specialità mediche è quella tra:

  • studi prospettici, ovvero studi svolti per la validazione e l’immissione in commercio di un nuovo farmaco;
  • studi retrospettici, ovvero studi incentrati su un farmaco già esistente, del quale si decide di indagare aspetti ulteriori;

Una seconda distinzione da considerare, riguardo alle attività di ricerca svolte, è quella tra:

  • studi clinici osservazionali, che indagano gli effetti di un dispositivo o di un principio attivo sulle cellule, e sono svolti in fase pre-marketing;
  • studi clinici sperimentali, che testano l’efficacia del dispositivo o del principio attivo, indagano anche eventuali avventi avversi e sono generalmente svolti in fase post-marketing.
Neuroscienze e Neurologia ultima modifica: 2017-09-01T08:04:48+01:00 da Simone Casavecchia
In breve
Neuroscienze e Neurologia
Titolo
Neuroscienze e Neurologia
Riepilogo
LNAge ha condotto numerosi studi clinici in ambito neuroscienze e neurologia, per sviluppare innovativi dispositivi medici e protocolli terapeutici.
Autore
Azienda
LNAge
Logo dell'azienda

Leave a Reply